Rassegna Stampa Albanese 21 Agosto 2014

Banka e Shqiperise

ECONOMIA Secondo i dati diffusi dall’Associazione delle Banche, le banche in Albania risultano essere il business più proficuo. Gli ultimi dati mostrano che durante la prima metà dell’anno in corso il sistema bancario albanese ha realizzato un guadagno di 5.4 miliardi di lek. Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso si tratta di un aumento di 3.5 volte in più. Gli esperti del sistema bancario spiegano che tutto ciò si deve alla stabilizzazione dei crediti problematici ed alla riduzione delle spese per le provvigioni che attualmente sono nel più basso livello sin da 2005.

POLITICA Tre settimane dall’approvazione al Parlamento della nuova riforma amministrativo – territoriale, il Presidente della Repubblica Bujar Nishani ha avviato le consultazioni con rappresentanti del potere locale. Questi incontri avvengono prima del decreto del Presidente sulla nuova mappa territoriale dell’Albania.

Il deputato del PS Erjon Brace ha accusato il Presidente della Repubblica Bujar Nishani del suo silenzio in merito allo scandalo del furto dei 713 milioni di dollari dalla Banca Centrale. Secondo Brace, Nishani non si sta pronunciando neanche per quanto riguarda il degrado dei Servizi Segreti albanesi (SHISH), facendo riferimento all’accaduto di qualche giorno fa nella zona di Shengjin, nel Nord Albania, dove due funzionari del SHISH sono stati coinvolti in una rissa massiva.

La nuova riforma nel settore della giustizia: i PD da i primi segnali di consenso, ponendo però alcune condizioni alla maggioranza, condizioni che hanno anche fare più che altro con l’assistenza anche della Commissione di Venezia. La nuova riforma verrà sottoposta alle discussioni del Parlamento durante la sua nuova sessione nel mese di settembre.

Il tribunale di primo grado della città di Saranda ha deciso ieri di lasciare in carcere l’ex segretario del’ufficio del deputato del PS Koço Kokedhima, accusato di molestie sessuali nei confronti di una minorenne. Da parte sua, l’accusato Agron Cane ha ritenuto di essere innocente e vittima di assalti puramente politici.

L’estinzione degli obblighi sorti dalle delibere giudiziarie relative alle querele degli ex impiegati dell’Amministrazione Pubblica sta mettendo in difficoltà le casse dello Stato. A partire dal 16 luglio 2014, il Ministero delle Finanze ha messo in atto circa 200 delibere giudiziarie, per un valore totale di 1 milione di dollari, a favore degli ex impiegati.

Il complesso di abitazioni civili che il Comune di Tirana ha deciso di costruire nelle vicinanze dell’unica zona verde di Tirana, vicino al lago, non violerà nessun centimetro di terreno pubblico, secondo quanto ritenuto da questa istituzione. Questo problema ha creato l’ennesima collisione tra maggioranza e opposizione.  Il Ministero delle Finanze, tramite la Banca d’Albania, è riuscito a vendere nell’ultima asta circa 38.2 milioni di euro in obbligazioni con un termine di maturazione di due anni. Il numero delle richieste è stato di 14 e sono state tutte accolte. Le istituzioni finanziarie e le banche che hanno partecipato all’asta sono riuscite ad ottenere degli interessi più elevati di quanto il Governo albanese avesse previsto.

(Camera di Commercio Italiana in Albania)